<< torna all'elenco

 

dybbuk_COP_cd
Records - SSB 003





 

Dybbuk (1995)

Considerato fra i migliori album di Moni Ovadia, Dybbuk é un piccolo classico che si é ritagliato un posto particolare nella discografia sul klezmer. Espressione musicale degli ebrei dell’Europa orientale, prima di essere inghiottito come le comunità ebraiche dell’est dall’orrore nazista, il klezmer aveva però fatto a tempo a trapiantarsi oltreoceano, dove si é adattato alle nuove forme di vita dell’immigrazione ebraica negli Stati Uniti, e dove negli ultimi anni é stato riscoperto e valorizzato da un rilevante fenomeno di revival. Rispetto al klezmer contemporaneo americano, la rivisitazione di Moni Ovadia si distingue per la sua insistenza su un’interpretazione carica di pathos. Lo sforzo di Ovadia é infatti quello di combattere la riduzione a kitsch di questo repertorio, proponendo del materiale tradizionale una lettura inedita, in modo da prendere le distanze dall’oleografia. Spiega per esempio Ovadia: “Es Brent é una canzone scritta nel ‘38 che ha la forza di una profezia, é il grido disperato di chi vede avanzare i furiosi venti della distruzione e dell’annientamento e incita gli ebrei a rivoltarsi, a spegnere, se necessario con il proprio sangue, le fiamme che presto avvolgeranno la loro città. Ma Es Brent non é solo una canzone del passato: le fiamme sono intorno a noi, e basta pochissimo per creare un incendio, come si é visto nella vicenda della ex Jugoslavia. Da questo punto di vista Dybbuk é, in senso etico, un disco militante”.


Musicisti:
>> Moni Ovadia: voce

>> Ivan Calaminici: bombardino
>> Gianni Cannata: contrabbasso
>> Amerigo Daveri: violoncello
>> Maurizio Dehò: violino

>> Cosimo Gallotta: chitarra

>> Aleksandar Sasha Karlic: percussioni

>> Alfredo Lacosegliaz: tamburica, percussioni

>> Giampietro Marazza: fisarmonica

>> Massimo Marcer: tromba

>> Patrick Novara: oboe, clarinetto

>> Vincenzo Pasquariello: pianoforte
>> Luca Trolese: viola
>> Emilio Vallorani: flauto

Brani:

01.

 02.

 03.

 04.

 05.

 06.

 07.

 08.

 09.

 10.

 11.

 12.

 13.

 14.

 15.

 Es brent  - 8'.31"

 Der dost / a glazele vain  - 4'.21"

 Piskù li  - 5'.47"

 Di silberne khasene  - 4'.25"

 Oy avraham  - 3'.04"

 Baym rebns sude  - 4'.29"

 Zogt nit kain mol  - 4'.44"

 Di grine kuzine  - 2'.21"

 Long live nigun  - 4'.53"

 Shnirele perele  - 6'.24"

 Cintek de dragoste  - 5'.56"

 Tsen brider  - 7'.35"

 Der rebbe elimeylekh  - 3'.40"

 Der hoyfzinger fun varshever geto  - 4'.19"

 Ale brider   - 3'.13"

   
   
   
   
   
   
   
   
   
facebook © 2011 OYLEM GOYLEM TUTTI I DIRITTI RISERVATI   |   P.IVA 13071690153   |   cookies policy

 

Utilizziamo cookies tecnici e di Analytics (anonimi) per rendere il nostro sito fruibile e funzionale